Skip to main content
'Blue-Cloud 2026', un progetto UE a guida italiana per migliorare la sostenibilità degli oceani

'Blue-Cloud 2026', un progetto UE a guida italiana per migliorare la sostenibilità degli oceani

| Sara Di Giorgio | Notizie
articolo letto 370 volte

E’ partito il progetto Horizon Europe Blue-Cloud 2026 che aprirà la strada allo sviluppo di un ecosistema federato europeo per l’accesso a dataset, applicazioni e risorse FAIR e Open Science, utili per la missione UE "Ripristinare i nostri oceani e le nostre acque entro il 2030".

Il progetto, coordinato dal CNR e da Trust-IT, un'azienda italiana, con oltre 15 anni di esperienza nel settore ICT, presenta un consorzio di 17 partner tra cui diversi membri di ICDI, come il CINECA, CMCC, OGS e INGV. Blue-Cloud 2026 affronta il potenziale dell’open-science cloud-based con un approccio pratico per realizzare una serie di servizi “Blue Cloud”, ossia un cloud tematico integrato in EOSC, a supporto della ricerca impegnata a conoscere e gestire meglio i molteplici aspetti legati alla sostenibilità degli oceani.

Nell'arco di 42 mesi, a partire da gennaio 2023, il consorzio svilupperà dei laboratori virtuali tematici, migliorando i servizi per l'acquisizione, la gestione e l’accesso di nuovi set di dati, provenienti da una moltitudine di fonti di dati e dalle principali infrastrutture digitali.

Ricercatori e studiosi interessati ad imparare a utilizzare l'ambiente di ricerca virtuale Blue-Cloud e conoscere un esempio di laboratorio virtuale tematico, possono partecipare al primo webinar fissato il 17 marzo dalle 11.00 alle 13.00.

Per ulteriori informazioni si veda http://bit.ly/41ry0tf